Totti dopo il diluvio! Roma e Napoli braccano la Juve

Totti dopo il diluvio! Roma e Napoli braccano la Juve

11 Settembre 2016 0 Di Marco Martone

Terza giornata di Campionato, Higuain segna e trascina la Juve. Anche il Napoli e la Roma, che seguono la capolista, segnano e vincono.

Totti dopo il diluvio! Roma e Napoli braccano la Juve

La Juventus vola trascinata da un Higuain che ha ripreso la stagione così come aveva finito quella passata, segnando a raffica. Il campione argentino risponde sul campo alle critiche, un po’ frettolose giuntegli da parte di chi ha badato più alla sua linea che alla sua classe.

Il Napoli di Sarri però continua a dare spettacolo, anche orfana del suo Pipita, a suon di gol e di giocate, con un Callejon in versione bomber e capitan Hamsik che supera Maradona, per numero di reti in campionato con la maglia azzurra. A conti fatti se l’arbitro Rocchi non avesse “annullato” il rigore concesso agli azzurri alla prima giornata, contro il Pescara, la formazione partenopea sarebbe alla pari con la Vecchia Signora a punteggio pieno.

Poi c’è Francesco Totti che si riprende la sua Roma e trasforma ancora una volta una sconfitta, con la Sampdoria, in una vittoria entusiasmante (3-2). A quasi 40 anni il capitano è entrato nella ripresa sul punteggio di 2-1 per la Samp, inventando l’assist del 2-2 per Dzeko e siglando il penalty del definitivo vantaggio al 93esimo. Peccato che sul successo del campione giallorosso pesi l’ennesimo “aiutino” arbitrale, con il quarto rigore (molto dubbio) concesso alla squadra di Spalletti in tre giornate di torneo.

Sono questi, assieme alla crisi del Milan, battuto in casa dall’Udinese e alla vittoria in extremis dell’Inter sul Pescara (1-2), i temi della terza giornata di campionato, che adesso lascia spazio alle competizioni europee.

La domenica di calcio ha offerto anche “emozioni” di carattere meteorologico, con due partite flagellate dalla pioggia. A Genova il nubifragio ha avuto ragione di Genoa-Fiorentina, rinviata a data da destinarsi. All’Olimpico la gara è stata sospesa per quasi 80 minuti, per poi riprendere, giusto in tempo per gustarsi le magie del pupone.

Il resto della giornata ha visto la vittoria del Bologna sul Cagliari (2-1) e quella, con lo stesso punteggio, dell’Atalanta sul Torino. In parità (1-1) è invece finita la sfida del Bentegodi tra Chievo e Lazio.

Nell’attesa della partita di stasera tra Empoli e Crotone, la classifica vede al comando i bianconeri a punteggio pieno seguiti dal due Napoli- Roma a due lunghezze. L’impressione è che comincino a delinearsi da subito quelli che saranno gli equilibri del torneo per l’intera stagione.

La Juventus sulla carta sembra attrezzata per vincere a mani basse. Azzurri e giallorossi saranno in agguato, pronti ad approfittare di eventuali passi falsi. Alternative credibili a queste tre, a meno di sorprese, non sembrano essercene, a meno che De Boer non riesca nel miracolo di trasformare l’Inter in una squadra vincente, non solo sul mercato ma anche sul campo.