Turchia-Italia: 0-3! Vince e convince Mancini

Turchia-Italia: 0-3! Vince e convince Mancini

11 Giugno 2021 0 Di Fabio Carolla

Turchia-Italia: vincono gli azzurri 3-0 nella prima partita di Euro 2020. Convince Mancini: a segno Immobile ed Insigne; autogol di Demiral.

Turchia-Italia: formazioni e presupposti del match

Sì gioca in Italia la prima partita di Euro 2020. Turchia-Italia si gioca allo stadio Olimpico di Roma, aperto – dopo tanto tempo – ai primi tifosi.

Ad aprire la partita anche la performance di Bocelli, impegnato ad intonare le note di “Nessun Dorma”.

Poi il match. In campo, le formazioni annunciate, come di consuetudine, un’ora prima del match.

Per l’Italia, Mancini schiera un classico 4-3-3. In porta, il solito Donnarumma difende i pali azzurri. A supporto difensivo, Spinazzola e Florenzi sulle fasce, Chiellini e Bonucci al centro. Davanti a loro, Jorginho, Barella e Locatelli in regia. In attacco, Immobile è accompagnato da Insigne e Berardi (preferito a Chiesa) sugli esterni.

La Turchia risponde con un difensivo 4-1-4-1. Cakir tra i pali rossi, supportato da Celik, lo juventino Demiral, Soyuncu e Meras. In mediana, Yokuslu; davanti a lui il rossonero Calhanoglu, Tufan, Yazici e Karaman. In attacco solitario il campione di Francia Yilmaz.

Primo tempo: l’Italia attacca, ma la Turchia difende bene

L’Italia domina la prima parte del match, controllando il gioco per la maggiore durante la prima frazione di gara.

Negli ultimi metri, però, gli azzurri mancano di concretezza e lucidità, fallendo più occasioni.

Immobile e compagni impongo pressione, guadagnando anche un corner prezioso.

Dalla lunetta Insigne crossa in mezzo per Chiellini che colpisce di testa: Cakir si fa trovare pronto e salva miracolosamente. Sì spinge in avanti la formazione di Mancini, coadiuvata dalle iniziative offensive di Chiellini, più volte nell’ultima trequarti avversaria.

Sì spinge in avanti la formazione di Mancini, coadiuvata dalle iniziative offensive di Chiellini, più volte nell’ultima trequarti avversaria.

Tuttavia, il tempo scorre veloce e l’Italia non riesce a trovare il varco giusto per far male, pur dominando il possesso palla. I turchi sono bravi a difendere, rimandando compatto nella loro area.

I turchi sono bravi a difendere, rimandando compatto nella loro area.

Negli ultimi minuti del primo tempo, l’Italia rischia con Chiellini che atterra Yilmaz nella propria area di rigore. Sulla ripartenza però, l’arbitro non concede un chiaro penalty italiano, per fallo di mano dei difensori avversari.

Sulla ripartenza però, l’arbitro non concede un chiaro penalty italiano, per fallo di mano dei difensori avversari.

La prima frazione di gara si conclude sullo 0-0, con l’Italia che vanta il 67% del possesso palla.

Turchia-Italia: 0-3. Succede tutto nel secondo tempo

Nel secondo tempo, la tensione è palpabile e visibile sul volto dei ragazzi.

L’Italia sostituisce Florenzi con Di Lorenzo, la Turchia fa entrare l’ex Roma Under per Yazici.

Al 53esimo arriva anche il primo gol del match: Berardi è bravo ad indovinare il corsa teso. Demiral è sfortunato e la sua deviazione diventa un autogol.

Gli azzurri, poi, continuano ad attaccare, senza mai staccare la spina: Immobile tenta anche una rovesciata, con il pallone che però termina a lato.

Non tarda ad arrivare il raddoppio azzurro. Al 66esimo, Spinazzola tira al volo verso il portiere Cakir: l’estremo difensore respinge, ma Immobile si fa trovare pronto sulla ribattuta.

Pochi minuti servono agli azzurri anche per chiudere la partita. È ancora Cekir a sbagliare il rilancio e rinviare sui piedi degli attaccanti italiani.

Immobile trova Insigne che di prima tira a giro sul secondo palo: nulla da fare per la Turchia, è 3-0 Italia.

È ancora Cekir a sbagliare il rilancio e rinviare sui piedi degli attaccanti italiani.

Immobile trova Insigne che di prima tira a giro sul secondo palo: nulla da fare per la Turchia, è 3-0 Italia.

Negli ultimi minuti c’è anche tempo e spazio per Bernardeschi, Chiesa e Belotti, dopo di Cristante. L’Italia non molla e continua a mettere pressione ad una Turchia in totale stato di confusione, in ginocchio.

L’Italia non molla e continua a mettere pressione ad una Turchia in totale stato di confusione, in ginocchio.

Anche i commentatori inglesi applaudono l’Italia: mentalità perfetta, con pressing al portiere anche sul 3-0 negli ultimi minuti di gioco. Mancini impone il suo calcio e plasma la squadra a sua volontà: questa Italia piace all’Europa.

Mancini impone il suo calcio e plasma la squadra a sua volontà: questa Italia piace all’Europa.

Ed intanto i tifosi italiani sognano e sperano…