Turismo, la Cina punta sull’e-commerce

Turismo, la Cina punta sull’e-commerce

29 Agosto 2016 0 Di Redazione In24

Realtà virtuale, realtà aumentata e intelligenza artificiale protagonisti insieme ai tour operator online (Ota) alla quinta conferenza globale dell’e-commerce turistico, che si è svolto in Cina.

Turismo, la Cina punta sull’e-commerce

Per la prima volta, realtà virtuale, realtà aumentata e intelligenza artificiale si sono messe apertamente in mostra alla quinta Conferenza globale dell’e-commerce dei viaggi, che si è svolta nella città di Dujiangyan, nella provincia del Sichuan, in Cina, dall’8 al 10 agosto scorso. Conferenza nel corso della quale è stata lanciata una Carta bianca del settore, uno specifico programma per l’imprenditore turistico che include incontri preorganizzati one to one tra imprese del settore. E soprattutto sono stati firmati importanti accordi di collaborazione, soprattutto tra enti ed istituzioni cinesi e piccoli e grandi player del panorama del travel e-commerce.

La Conferenza è stata ospitata dal Governo popolare della Municipalità di Chengdu e dalla Commissione per lo sviluppo turistico della provincia di Sichuan. Ad organizzarlo congiuntamente, il Governo popolare della municipalità di Dujiangyan, l’Ufficio del Turismo di Chengdu e L’Ufficio di informazione turistica della provincia di Sichuan, in collaborazione con il Daily Sichuan Press Group.

Presenti all’evento, oltre 400 dirigenti di quasi 60 aziende. E tra queste, le principali agenzie di viaggio online (Ota, Online tour operator), tra cui TripAdvisor, Ctrip, Tuniu, Lvmama, LY, Qunar, Tujia e Alitrip, così come i giganti globali di Internet, tra cui Microsoft, Facebook, Baidu, Tencent e Alibaba. Presenti alla conferenza anche le principali agenzie di viaggio, cinesi e provenienti dall’Europa che aderiscono al programma di sviluppo turistico “Un cintura, solo una strada”, mirato a ricostituire in chiave moderna le antiche rotte commerciali della Via della seta.

Tra i leader presenti, diversi top manager del settore dei viagi on line, tra cui Hong Quinghua, presidente di Joyu e fondatore di Lvmama, Wu Zhixiang, direttore generale di LY, Yu Dunde, amministatore delegato di Tuniu, e Tang Lan, vice presidente senior di Ctrip.

Nè sono mancati altri manager con ruoli chiave in tutto quello che ha a che fare con la sinergia tra il turismo e i vari settori di business, come nel caso del responsabile tecnologico di Microsoft Cina, Wei Qing, del fondatore e amministratore delegato di Tujia.com Luo Jun e il responsabile delle Proprietà commerciali Dalian Wanda,  Nie Heping.

Durante la conferenza, in particolare, il governo di Dujiangyan ha firmato un accordo di collaborazione strategica con il programma di Cloud acceleration del distretto tecnologico di Chengdu, che è parte del programma di incubatore tecnologico cloud-cum-mobile di Microsoft, per costruire insieme un centro globale di raccolta dati di viaggio,

Guangyuan e Ya’an, due città della provincia di Sichuan, hanno a oro volta firmato accordi di collaborazione nell’ambito di “Mobile internet + Pro Poor”, un programma incentrato sullo sfruttamento di internet per ridurre la povertà attraverso il turismo sostenibile.

Altri accordi, infine, sono stati siglati con gli Ota dai governi di diverse città e prefetture autonome, da proprietari e manager di importanti resort cinesi, come pure altre aziende della provincia.