Usa, sparatoria al campo da baseball: deputato repubblicano ferito

Usa, sparatoria al campo da baseball: deputato repubblicano ferito

14 Giugno 2017 0 Di Redazione In24

Usa, il deputato repubblicano Steve Scalise è stato ferito da un uomo che ha sparato al campo da baseball dove alcuni politici si preparavano ad una partita di beneficenza.

Usa, ferito il deputato Steve Scalise

Il campo da baseball di Eugene Simpson, uno come tanti, ad Alexandria, in Virginia. A un passo da Washington. Il prato, il diamante tracciato sulla terra battuta e la rete intorno. Il luogo scelto da alcuni deputati Usa per prepararsi ad una partita di beneficenza. E invece, sono bastati pochi minuti per trasformare il campo nel teatro di una sparatoria che poteva diventare una strage senza la reazione dei poliziotti presenti.

Sul campo una trentina di Repubblicani, tra deputati e senatori, che domani a Washington avrebbero dovuto giocare la tradizionale partita di baseball per beneficenza contro la rappresentativa dei Democratici. E che oggi si sono incontrati sul campetto di Alecsandria per l’ultimo allenamento.

Un uomo, secondo le prime testimonianze raccolte dalla stampa americana un bianco vestito con jeans e camicia, e che era in tribuna tra il pubblico, si è messo a sparare con un fucile verso il gruppo di esponenti politici presenti sul campo da baseball. Non sembra che abbia detto alcunché. Ha solo urlato e sparato almeno una raffica.

Gli uomini più lontani da lui, all’altro lato del campo, hanno avuto il tempo e la possibilità di correre, di cercare un riparo. Quelli più vicini, in mezzo al campo, invece, erano come birilli a portata del fuoco.

La prima vittima è Steve Scalise, il numero tre nella gerarchia repubblicana della Camera dei Rappresentanti. Al momento dello sparo, Scalise era tra la seconda e la terza base, quando è stato colpito all’anca e si è accasciato al suolo. Tra i primi a soccorrerlo, un altro deputato, Brad Wenstrup, che nella vita è un medico dell’Ohio, che lo ha aiutato fino a che Scalise non è stato portato all’ospedale.

Ma intanto, è scattata la reazione degli agenti di polizia presenti sul posto, che  hanno accerchiato l’uomo ed hanno risposto al fuoco. Ne è nata una lunga sparatoria. Insomma un inferno di fuoco e proiettili che purtroppo ha provocato altri quattro feriti, prima che il cecchino fosse immobilizzato e messo in condizione di non nuocere ancora.

L’uomo è stato anche identificato, sarebbe un certo James Hodgkinson, originario dell’Illinois, ma sono tuttora ignote le ragioni del suo gesto.

Due dei feriti sono proprio agenti della polizia di Capitol Hill. Gli altri due feriti sono Matthew Mika, un lobbista che in passato è stato assistente parlamentare e un collaboratore di George Bush alla Casa Bianca ed oggi lavora come lobbista, e Zack Barth, un assistente del deputato del Texas Roger Williams.Due dei feriti sono stati portati al George Washington University Hospital dove sono stati soccorsi e sono purtroppo in gravi condizioni.

A quanto ha reso noto la sua segreteria politica, Scalise è stato portato in sala operatoria e sottoposto ad un intervento chirurgico urgente, ma le sue condizioni sarebbero stabili. Ed anche il presidente Usa Donald Trump, che sta seguendo gli sviluppi insieme al vice presidente Mike Pence, ha scritto in un tweet che “Scalise è stato ferito gravemente, ma si riprenderà completamente”.

Un altro episodio simile risale al 2011, quando ad essere finito nel mirino di un killer è stato il deputato Democratico Gabby Giffords, ferito gravemente e sei persone sono state uccise durante un raduno di suoi sostenitori a Tucson, in Arizona.