Ingegneria dei materiali, al via in Calabria la call 2017 del consorzio M.era.Net

Ingegneria dei materiali, al via in Calabria la call 2017 del consorzio M.era.Net

16 Marzo 2017 0 Di Redazione In24

Il consorzio internazionale M-Era.Net lancia la call 2017 per la presentazione di pre-proposte di progetti europei in materia di ingegneria dei materiali. Scadenza, 13 giugno.

M-Era.Net lancia la call 2017

Al via la Call 2017 con cui il consorzio internazionale M-Era.Net intende raccogliere pre-progetti di cooperazione in materia di ingegneria dei materiali.

Il consorzio M-ERA.Net è partecipato da 30 soggetti istituzionali provenienti da 26 Paesi diversi, che sono gli unici delegati a gestire le selezioni per i rispettivi territori. Per l’Italia, l’unico soggetto istituzionale italiano presente nel consorzio è la Regione Calabria. L’obiettivo del network M-ERra.Net è di sostenere e incrementare il coordinamento dei programmi di ricerca europei e i relativi finanziamenti nell’ambito della scienza e ingegneria dei materiali, al fine di contribuire alla ristrutturazione dello Spazio Europeo della Ricerca (Ser).

Lo sportello telematico presente sul sito ufficiale del consorzio M-Era.Net per la ricezione dei progetti è aperto dal 14 marzo fino al 13 giugno 2017 ed è l’unico strumento per partecipare alla pre-proposal ed essere poi ammessi alla fase successiva di full proposal.

L’obiettivo della call è di finanziare progetti transnazionali di Ricerca e Sviluppo Tecnologico (Rtd – Research and Technological Development) riguardanti la ricerca e l’innovazione di materiali, inclusi quelli inerenti alle tecnologie a basse emissioni di carbonio.

Il bando si concentra sulle seguenti aree tematiche:

  1. Integrated computational materials engineering (ICME);
  2. Innovative surfaces, coatings and interfaces;
  3. High performance composites;
  4. Multifunctional materials;
  5. New strategies for advanced material-based technologies in health applications;
  6. Materials for additive manufacturing.

La Regione Calabria partecipa come partner per tutte le aree tematiche e co-finanzia le attività con un budget pari a 500 mila euro, provenienti dall’Azione 1.1.4 “Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi” del Por Calabria Fesr Fse 2014/2020.

I progetti ammissibili dovranno prevedere un Trl (Technology Readiness Level) tra 3 e 7.

Per le attività di ricerca industriale la contribuzione è compresa tra il 60 per cento, in caso di media impresa, al 70 per cento in caso di piccola impresa.

Per le attività di Sviluppo sperimentale dal 35 per cento, per le medie imprese, fino al 45 per cento per le piccole aziende.

Le imprese e le istituzioni calabresi che intendono partecipare alla call 2017 dovranno trasmettere i documenti aggiuntivi previsti dal Settore Ricerca Scientifica e Innovazione Tecnologica, disponibili sul sito sito web dedicato.