Dallas, non solo cowboys, ma meta trendy per arte e design

Dallas, non solo cowboys, ma meta trendy per arte e design

19 Aprile 2017 0 Di Francesca Pierpaoli

Inserita da poco nella Guida Verde Michelin, che censisce i migliori luoghi d’interesse al mondo, Dallas ha ricevuto stelle per 5 dei suoi luoghi d’interesse. Una meta interessante, dunque, che ha da svelare molte eccellenze dal punto di vista di arte e design. Vediamo quali sono le mete più interessanti da non perdere.

Dallas Arts District per immergersi nella creatività

L’Arts District di Dallas è il quartiere delle arti visive e dello spettacolo e si trova a Downtown Dallas. Arts District è il quartiere membro, nonché fondatore, del Global Cultural Districts Network e ospita molti dei più significativi luoghi della città fra cui teatri, gallerie d’arte, installazioni e parchi.

Arts District è anche sede di diversi luoghi d’interesse come AT&T Performing Arts Center, Klyde Warren Park, Dallas Black Dance Theatre, Dallas Museum of Art, Dallas Theater Center, Nasher Sculpture Center. In questo distretto operano regolarmente diverse associazioni che si occupano dell’organizzazione di diversi eventi: dai concerti ai festival, ai programmi per l’educazione infantile e molto ancora.

Il Bishop Arts District è invece il luogo perfetto per lo shopping e il divertimento. Si trova a nord Oak Cliff, sud-ovest di Downtown Dallas, all’incrocio tra Bishop Street e Davis Street. L’area originariamente era destinata a negozi e magazzini e la fermata del tram di questo quartiere era una delle più congestionate. Negli anni ’60 iniziò il declino del quartiere dovuto a diverse ragioni, a partire dalla nascita dei grandi centri commerciali, la perdita di tanti affittuari fra cui anche il teatro Astor e Goodier Cosmetics, al cambiamento demografico avvenuto in quartiere e la massiccia introduzione delle automobili che ha reso le fermate come quella di Bishop e Seventh pressoché inutilizzate.

Nel 1984 Jim Lake capì che quello che aveva davanti poteva essere un grande affare e cominciò a comprare proprietà nel quartiere dando i locali in affitto gratuitamente per il primo anno e fece sì che il quartiere fosse dotato di una caserma di polizia. Questo fu un elemento molto importante nel quartiere per la sicurezza e il senso di comunità. Nell’arco degli anni ’90 e 2000, il quartiere è stato testimone di una massiccia rivitalizzazione. Murales, mattoni e altri elementi “street” hanno ridisegnato il volto dei magazzini facendo di questo quartiere una meta molto popolare.

Fra le gallerie più rinomate troviamo: The Basement Gallery, Artisan Collective, Savoy Gallery.

Dallas Design District, mondo elegante ed eclettico

Il Dallas Design District si è costituito con un’identità tutta sua. Eclettico ed elegante, il Design District è un pezzo fondamentale del tessuto culturale di Dallas con i suoi showroom di interior design, gallerie d’arte, ristoranti di qualità e le più recenti soluzioni abitative di lusso e la sua vivace comunità live-work-play.

Il Design District è cresciuto molto negli ultimi anni e oggi abbraccia ben più che la sola industria del design. La zona sta conoscendo un forte sviluppo del settore dello shopping con l’apertura di boutique di abiti da uomo su misura e moda femminile personalizzata. Le gallerie d’arte si stanno concentrando in Dragon Street e agli angoli più remoti del Design District rendendo la zona l’epicentro della scena delle gallerie d’arte in città, un luogo per gli amanti dell’arte dove trovare di tutto, dalle pitture risalenti all’Impressionismo francese fino alle installazioni di arte contemporanea. Slocum Street, inserita tra Dragon Street e Hi Line, è nota per i suoi negozi di antiquariato che ancora oggi connotano la via. Slocum ha diversificato molto l’offerta negli ultimi anni: non solo oggetti d’antiquariato prevalentemente francesi e classici ma anche mobili moderni di metà secolo e alcune delle più interessanti boutique vintage in città!

Il Design District continuerà ad espandersi verso ovest nel corso dei prossimi anni, verso i nuovi e vecchi Trinity Districts che sorgono attorno al fiume Trinity, ampliando anche l’offerta residenziale di categoria mista. Diverse sono le opzioni di intrattenimento fra cui la recente pista da bowling e il prossimo impianto di intrattenimento all’aperto su Irving Blvd. Nel quartiere è prevista anche l’apertura del Virgin hotel, che dovrà avvenire entro il 2017.