Inter e Milan, il derby “cinese” finisce con il giallo. E 2-2 al 97esimo

Inter e Milan, il derby “cinese” finisce con il giallo. E 2-2 al 97esimo

16 Aprile 2017 0 Di Marco Martone

A Milano il derby “cinese” tra Milan e Inter finisce col… giallo. E’ 2-2 con gol di Zapata al 97esimo; palla entrata di centimetri e ricacciato da Gagliardini.

Inter e Milan, finisce in giallo il derby cinese

Le ombre cinesi si allungano sul campionato italiano e l’esordio è di quelli che non si dimenticano. Inter e Milan, per la prima volta l’una contro l’altra sotto il segno del Dragone, danno vita a un derby spettacolo ricco di gol, occasioni, emozioni e patos.

Con tanto di giallo finale (tanto per restare in tema), con quel gol di Zapata al 97esimo e con quel pallone ricacciato da Gagliardini ma solo dopo che aveva varcato di pochi centimetri la linea di porta.

Un pareggio che sa di vittoria per i rossoneri, freschi di closing e ancora ubriachi di nostalgia per l’addio a Silvio Berlusconi, il presidente dei trofei e delle vittorie più esaltanti degli ultimi 31 anni.

E dire che l’Inter la gara l’aveva messa in discesa con un primo tempo giocato bene e concluso in vantaggio per 2-0 (Candreva e Icardi).

Nel finale, però, sono arrivate le reti di Romagnoli e Zapata, sul filo di sirena, per un 2-2 che mantiene i rossoneri avanti in classifica e lascia l’Inter in una situazione a rischio, anche per quello che riguarda la qualificazione alla prossima Europa League.

La giornata di campionato ha anche certificato, a meno di improbabili miracoli, la vittoria del sesto scudetto consecutivo per la Juventus, che ha vinto a Pescara con la solita doppietta di Higuain.

Ora i punti di vantaggio sulla Roma sono addirittura 8, dopo il pareggio interno (1-1) dei giallorossi contro l’Atalanta.

Per la Juve ora c’è solo da preoccuparsi del Barcellona e dell’infortunio a Dybala, che rischia di saltare la gara di ritorno con i blaugrana.

E adesso la Roma dovrà difendersi anche dall’avanzata del Napoli che batte l’Udinese con la solita goleada (3-0), un marchio di fabbrica ormai, dopo il tris rifilato alla Lazio la scorsa settimana.

Per Sarri un primo tempo di sofferenza, davanti all’Udinese ben coperta in difesa, poi nella ripresa il gol di Mertens che ha cambiato la partita.

In coda fa un passo decisivo verso la salvezza l’Empoli, capace di andare a vincere in casa della Fiorentina per 2-1. Adesso i toscani hanno un vantaggio di 5 punti sul Crotone (1-1 a Torino), che occupa la terz’ultima posizione in classifica.

Il resto è pura accademia con i pareggi tra Genoa-Lazio (2-2) e Palermo-Bologna (0-0) e le vittorie di Sassuolo (2-1) sulla Sampdoria e Cagliari (3-0) sul Chievo.