Agguato in Congo: uccisi ambasciatore italiano, un carabiniere e un autista

Agguato in Congo: uccisi ambasciatore italiano, un carabiniere e un autista

22 Febbraio 2021 0 Di Anita Bonollo

Uccisi in Congo questa mattina l’ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci, e l’autista, membro del World Food Programme (WFP), assassinati durante un attacco armato

Assaltata la vettura del diplomatico mentre viaggiava su un convoglio delle Nazioni Unite

Verso le ore 10 (9 italiane), a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo, l’ambasciatore italiano Luca Attanasio è rimasto vittima di un attacco a fuoco da parte probabilmente di uno dei molti gruppi ribelli che operano nella zona dei Monti Virunga, tra Ruanda, Congo e Uganda. Deceduto anche il militare dell’Arma dei Carabinieri e l’autista che viaggiavano nella stessa auto. L’attacco al momento non é stato rivendicato.

Il diplomatico stava viaggiando all’interno di una vettura che faceva parte di un convoglio della MONUSCO, la missione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione del Congo.

La tragica conferma del decesso del diplomatico e degli altri due uomini al seguito é arrivata dal ministro degli Esteri Di Maio.

La ragione dell’attacco ancora non è nota ma dalle prime ipotesi sembrerebbe che l’agguato fosse finalizzato ad un tentativo di rapimento del diplomatico italiano o del personale delle Nazioni Unite.

Chi era il giovane ambasciatore

All’età di 43 anni, Luca Attanasio era tra i più giovani ambasciatori nel mondo.

Originario della provincia di Varese, dopo la laurea alla Bocconi conclusa col massimo dei voti, ha intrapreso la carriera diplomatica nel 2003, ricoprendo fin da subito numerosi incarichi di prestigio.

Dal settembre 2017 prestava servizio nell’Ambasciata italiana in Congo e nel 2019 era stato confermato nella sede in qualità di Ambasciatore Straordinario Plenipotenziario accreditato in RDC, cioè agente diplomatico che, secondo le norme di diritto internazionale, fa parte della classe di rango più elevata.

Nel 2020 aveva vinto il Premio Internazionale Nassiriya per la Pace, per il suo contributo alla realizzazione di molti progetti umanitari.

Il Cordoglio del Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha espresso immediato cordoglio attraverso un messaggio inviato al ministro degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio.

«Ho accolto con sgomento la notizia del vile attacco che poche ore fa ha colpito un convoglio internazionale nei pressi della citta di Goma uccidendo l’Ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista.

La Repubblica Italiana è in lutto per questi servitori dello Stato che hanno perso la vita nell’adempimento dei loro doveri professionali in Repubblica Democratica del Congo.

Nel deprecare questo proditorio gesto di violenza gli italiani tutti si stringono nel cordoglio intorno alle famiglie delle vittime, cui desidero far pervenire le condoglianze più sentite e la più grande solidarietà» ha dichiarato Mattarella.