D’Alema e la Sinistra: basta con le vecchie cariatidi che sorreggono il nulla politico

D’Alema e la Sinistra: basta con le vecchie cariatidi che sorreggono il nulla politico

24 Aprile 2017 0 Di Marino Marquardt

Massimo D’Alema ricava dalle elezioni francesi la lezione per una “forte” Sinistra italiana.

D’Alema e la Sinistra italiana

Massimo D’Alema spiega ad HuffPost la lezione francese: “Una sinistra dall’identità forte è in grado di contenere le spinte a destra”.
Ancoraaa?!?!?!

Possibile che le vecchie cariatidi che ormai sorreggono il nulla politico giochino ancora all’obsoleto gioco Destra-Centro-Sinistra su cui per anni si è retta l’ingannevole geografia politica?

Ma è onestà di linguaggio, questa? Povera Italia ubriacata da venditori di chiacchiere e divulgatori di teoremi fondati su geometrie truffaldine!

Non è più tempo di nascondersi dietro Totem e Tabù, direbbe Sigmund Freud. Di fronte alle emergenze esistenziali di milioni di cittadini contano i fatti, conta l’impegno politico fondato su ideali illuministici e non più su mummificate ideologie e geografie attraverso le quali i soliti furboni hanno fatto carriera, raccolto onori e fatto incetta soldi.

Baffino piuttosto di discettare vanamente sulla “sinistra dell’identità” (immagino si riferisca a Emmanuel Macron, il vincitore del primo turno francese sic!) si interroghi piuttosto sul perché dell’esultanza delle Borse e sul perché disoccupati e ceti deboli abbiano votato Marine Le Pen. Che a sua insaputa si siano invertiti i ruoli?

Ps. Più ascolto certi commenti e più mi sento vicino ai “populisti”.