De profundis dell’eminenza grigia del Pd Goffredo Bettini a Matteo Renzi: “Tigre di carta”

De profundis dell’eminenza grigia del Pd Goffredo Bettini a Matteo Renzi: “Tigre di carta”

16 Febbraio 2020 0 Di Marino Marquardt

Parole forti e chiare quelle diffuse da Goffredo Bettini attraverso Facebook. Si tratta un De Profundis senza se e senza ma all’indirizzo del Capo di Italia Viva, Matteo Renzi.

“Ci sono momenti – scrive la Navigata Volpe della Sinistra – nei quali la politica ha una sua invincibile evidenza. Oggi è chiaro a tutti, tranne ai fanatici, che la condotta di Renzi pone problemi acutissimi al campo democratico e al governo Conte… Renzi è una tigre di carta… Il suo tentativo di creare un terzo polo sta naufragando così rapidamente da renderlo prigioniero di un attivismo autodistruttivo… C’è invece la possibilità, certamente allo stato attuale tutta da costruire, di sostituire Italia Viva con parlamentari democratici (in quanto non sovranisti, illiberali e autoritari) pronti a collaborare con Conte fino alla fine della Legislatura… Usciamo, quindi, dal battibecco quotidiano e iniziamo a costruire questi scenari da subito, da far vivere nella nostra azione, nel nostro stato d’animo, nella nostra strategia pd”.

 

Parole che sono pietre soprattutto perché scritte da Uno che nel corso dell’attività politica di bufere ne ha attraversate tante. Solitamente taciturno e amante del Dietro le Quinte, le esternazioni del Personaggio il più delle volte risuonano come sentenze inappellabili. E il fatto che questa volta le abbia messe per iscritto con la propria firma indica una cosa sola. Questa: Il giro sulla Giostra del Governo sta per finire per Matteo Renzi. Se ne faccia una ragione e si dedichi ad altro di meno dannoso per il Paese. Goffredo Bettini dixit

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

 

16/02/2020     h.17.30