Il crepuscolo Cinquestelle. Anno Nuovo con flahes dalle macerie del sogno grillino…

Il crepuscolo Cinquestelle. Anno Nuovo con flahes dalle macerie del sogno grillino…

02 Gennaio 2020 0 Di Marino Marquardt

Flashes dalle macerie del Sogno Pentastellato: Lorenzo Fioramonte – Uomo tra i Pochi della Galassia di Gnomi – si dimette da Ministro della Scuola e lascia il M5s perché deluso per gli investimenti riservati all’Istruzione dal Governo;

Gianluigi Paragone – Furbetto dalle Origini Sannite – riesce nell’impresa di farsi cacciare dal Movimento. E non contento ora minaccia di rivolgersi alla Magistratura;

Alessandro Di Battista – Personaggio Freudiano costretto a rivolgersi allo psicologo per decidere se diventare padre o no – torna a fare udire la propria voce nel Caravan Serraglio Cinquestelle dopo lunga assenza e profondi silenzi;

Beppe Grillo – il Comico Creatore della Carretta Pentastellata – si lascia riprendere mentre scava una fossa e urla “Serve Ottimismo, sarà un Anno Bellissimo”;

Il tutto mentre Luigi Di Maio – Il Perfettino dal perenne sorriso accennato sulle labbra e dai lobi cranici sempre più rasati – va ripetendo “Tutto va ben signora la Marchesa…”

Scene di ordinario Caos; scene da Manicomio se la Buonanima di Franco Basaglia non li avesse fatti chiudere; scene del naufragio Pentastellato prossimo venturo.

Accade quando un Soggetto Politico non sa più cosa sia in seguito all’osservanza dell’ingamnevole Comandamento “né di Destra né di Sinistra”.

Accade quando una Forza Politica non riesce a darsi regole per gestire il dissenso interno.

Accade quando lo stesso Soggetto Politico adotta regole da Caserma. Regole – queste ultime – non uguali per tutti. Dipende dai Galloni dei Trasgressori. E se proprio qualche Generale Cinquestelle la fa grossa niente denuncia ai Probiviri. Meglio affidarsi alla più malleabile Piattaforma Rousseau…

Detto ciò, inizia decisamente male il Nuovo Anno per i Cinquestelle. E il voto Regionale del 26 gennaio in Emilia Romagna e in Calabria certamente non servirà a restituire il sorriso ai Grillini. Le Urne faranno registrare l’ennesima Catastrofe Pentastellata. E rappresenterà una nuova medaglia per il Giovanotto di Pomigliano fino all’ultimo testardamente contrario a stipulare una alleanza col Pd. E se è vero che chi è causa del suo male pianga se stesso, Di Maio non potrà trovare conforto nemmeno guardandosi desolatamente allo specchio…

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola. Amen!

02/01/2020  h.16.45