Il signor Matteo Renzi vola in America

Il signor Matteo Renzi vola in America

22 Febbraio 2017 0 Di Marino Marquardt

L’ex premier Matteo Renzi vola in America per un viaggio studio. “Imparerò dai migliori”, dice, mentre il Pd decide le regole del congresso.

Vacanza studio, Renzi va in America

Da domenica scorsa ufficialmente nullafacente senza reddito a carico della consorte, il signor Matteo Renzi oggi vola in California per una vacanza-studio. Lo farà “per imparare – dice sul suo blog – da chi è più bravo”.

Con un partito nel caos e con compagni ed amici dilaniati tra antiche e nuove polemiche, il signor Renzi dunque stacca la spina e se ne va sopraffatto da crisi bulimica da viaggio.

Questo sì che è un comportamento da leader di partito, questo sì che è un comportamento da “statista”!

Era del resto dal 4 dicembre che il Giovanotto non si accomodava su un aereo o elicottero di Stato. Abituato alle febbrili kermesse della campagna referendaria, il signor Renzi cominciava a soffrire la mancanza dell’ebbrezza del volo.

Non so se il signor Renzi userà un aereo di linea o di Stato. L’attuale condizione di nullafacente a carico della consorte lascerebbe immaginare un volo di linea. Magari un volo charter… Ma è probabile che la programmazione della trasferta sia avvenuta in tempi migliori degli attuali per cui – vedrete – Matteuccio si accomoderà su uno di quei jet della premiata scuderia di Palazzo Chigi.

E’ del resto noto che il signor Renzi rinuncerebbe a tutto ma mai a privilegi e a scene da primo attore. Per certe persone l’apparenza è il gusto della vita.

Parte lasciando il Pd nelle mani dei fidi scudieri. Forse nel proprio intimo è consapevole di essere arrivato alla fine del film della sua breve esperienza da “statista”. Più che per studiare andrà in America per distrarsi, per consolarsi.

Lo seguiranno i cattivi pensieri sull’affaire miliardario Consip e sul relativo coinvolgimento del Babbo, del palafreniere Luca Lotti e dell’amico di famiglia Denis Verdini