La Roma abbassa la cresta! Frenano le milanesi, volano Napoli e Juve

La Roma abbassa la cresta! Frenano le milanesi, volano Napoli e Juve

25 Settembre 2016 0 Di Marco Martone

Juventus contro Napoli, il duello che ha appassionato tanti tifosi e che ha caratterizzato quasi tutto il campionato scorso, sembra doversi ripetere anche quest’anno. Le due squadre sembrano avere qualcosa in più delle altre e viaggiano a una media punti di primissimo livello. La sesta giornata ha mandato, per ora, in frantumi la voglia di riscatto dell’Inter, che dopo tre vittorie consecutive si ferma in casa non andando oltre un pareggio (1-1), con il Bologna di Donadoni. I nerazzurri hanno dovuto addirittura recuperare il vantaggio iniziale di Destro. La Roma fa ancora peggio, perdendo a Torino con i granata (3-1), nonostante l’ennesimo rigore concesso ai giallorossi in questo avvio di campionato e trasformato da Totti, che festeggia solo a metà il suo imminente quarantesimo compleanno. Per Spalletti una serie di scivoloni ai quali il capitano non sempre riesce a mettere una toppa e tanti errori in zona gol, che alla fine si pagano a caro prezzo. Rallenta anche il Milan, che pareggia (0-0) a Firenze.

Le due battistrada, invece, avevano vinto, in maniera assai diversa, i loro rispettivo incontri di sabato contro Palermo e Chievo Verona. La squadra di Allegri ha sofferto, non poco, per avere ragione dei rosanero, capitolati soltanto grazie a un rocambolesco autogol di Goldaniga, che ha provato un improvvido colpo di tacco in area su un innocuo traversone di Dani Alves. La Juventus in realtà non ha mai espresso un gioco brillante e mai ha dimostrato, se non in brevi spezzoni di gara, di essere superiore ai padroni di casa. Tutt’altra musica allo stadio San Paolo, dove gli azzurri di Sarri hanno dominato e vinto nettamente (2-0) contro l’audace Chievo di Maran, rivelazione di questa prima parte di stagione. I gol di Gabbiadini e di Hamsik, che ha raggiunto la quota di 100 reti in maglia azzurra, hanno chiuso già nel primo tempo una partita che non ha mai avuto storia. Tanto che nella ripresa il Napoli si è limitato a controllare l’avversario, mai pericoloso se non in una sola occasione con Floro Flores, risparmiando energie vitali per l’impegno di Champions di mercoledì, quando a Fuorigrotta arriverà il Benfica.  La giornata ha fatto registrare anche la singolare polemica, molto poco coerente, del presidente del Genoa Preziosi, che ha duramente accusato l’arbitro Irrati, dopo la gara pareggiata (1-1) con il Pescara. Lo stesso Preziosi però mercoledì sera, in occasione della gara con il Napoli, aveva difeso gli arbitri criticando l’atteggiamento troppo lamentoso, a suo dire, del Napoli, dopo i due rigori negati agli azzurri. Nelle posizioni di centro classifica risale la Lazio (2-0) all’Empoli e torna alla vittoria il Sassuolo (1-0) all’Udinese.