Malta: la donazione dello stipendio e il mistero dell’ambasciatore

Malta: la donazione dello stipendio e il mistero dell’ambasciatore

27 Marzo 2020 0 Di Francesca Pierpaoli

Lunedì scorso Joseph Cuschieri, l’ambasciatore di Malta in Italia, aveva annunciato via Facebook la sua decisione di devolvere lo stipendio di marzo alla Protezione Civile, in segno di solidarietà al popolo italiano per l’emergenza coronavirus.

Sembrerebbe, però, che Cuschieri non sia l’effettivo titolare della carica di ambasciatore.

Lo afferma una nota dell’ANSA del 25 marzo, che riportiamo integralmente:

“Stando a quanto si è appreso da fonti diplomatiche, Cuschieri è stato nominato dal governo Muscat ma non ha preso funzione perché la procedura è stata interrotta dal nuovo governo Abela, che dopo
l’insediamento del 13 gennaio ha annunciato la nomina di un nuovo ambasciatore. Il ministro degli esteri maltese, Evarist Bartolo, ha precisato all’ANSA che “il posto di Ambasciatore a Roma attualmente è vacante ed il signor Clint Debono è l’incaricato d’affari ad interim all’Ambasciata di Malta in Italia.
Un nuovo ambasciatore sarà nominato quando la pandemia di Covid-19 sarà finita. Per quanto riguarda il ‘gesto’ diJoseph Cuschieri, quest’ultimo ha agito di sua personale
inizativa”.

Una domanda a questo punto sorge spontanea: perché sul sito ufficiale dell’ambasciata maltese a Roma figura Joseph Cuschieri come ambasciatore?

Le stesse fonti diplomatiche segnalano l’anomalia, precisando come sul sito della sede della rappresentanza bilaterale maltese in Lungotevere Marzio a Roma sia attualmente indicato come responsabile un incaricato d’affari ad interim, nominato dopo il trasferimento dell’ambasciatore Vanessa Frazier a New York presso le Nazioni Unite, lo scorso 23 dicembre.