Mediaset, Porro e Giordano sorvegliati speciali dopo il divorzio di Silvio da Salvini

Mediaset, Porro e Giordano sorvegliati speciali dopo il divorzio di Silvio da Salvini

30 Aprile 2020 0 Di Marino Marquardt

L’Indiscrezione è ghiotta ed è griffata Dagospia. Secondo il Sito di Roberto D’Agostino sta per calare sulle Reti Mediaset l’Effetto della Svolta AntiSovranista di Silvio Berlusconi eterodiretta da Gianni Letta . Un Effetto finalizzato a promuovere la nuova Linea Editoriale

Quattro-cinque giorni fa – spiffera infatti Dagospia – c’è stato un coordinamento virtuale dei vertici di Forza Italia, a cui hanno partecipato Antonio Tajani, Gianni Letta, Anna Maria Bernini e Mariastella Gelmini. Al termine del conciliabolo è stato rivolto l’invito ai Direttori Editoriali Paolo Liguori e Clemente Mimun a dare ampio risalto ai prossimi interventi dell’Immarcescibile di Arcore.

Saranno riequilibrati i Programmi più vicini al Populismo Salviniano. In altri termini “Quarta Repubblica” di Nicola Porro e “Fuori dal coro” di Mario Giordano, saranno a rischio Commissariamento.

Piersilvio – frattanto – si limita a far filtrare l’invito ai Conduttori dei Programmi Sorvegliati Speciali a non forzare toni, temi e scenari.

Morale della Favola, il cambio di passo che ha portato Berlusconi a riallinearsi al moderatismo pragmatico di Letta, ha finito con l’infliggere un duro colpo all’Ala Forzista vicina alla Lega, Ala capitanata da Giovanni Toti nel Partito e dal tandem Crippa-Confalonieri in Mediaset.

E a proposito di Toti, inutile dire che se il Governatore della Liguria – sfavorito dai sondaggi – vuole conservare una minima possibilità di riconferma non può concedersi il lusso di mettersi contro ciò che resta di Forza Italia…

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di poter esprimere opinioni personali su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui i pareri del sottoscritto talvolta potrebbero non apparire coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sotttolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca…

30/04/2020    h.16.00