Nati il 4 di luglio, negli Stati Uniti è Independence day

Nati il 4 di luglio, negli Stati Uniti è Independence day

04 Luglio 2017 0 Di Pietro Nigro

Gli Stati Uniti sono nati il 4 di luglio con la dichiarazione di Indipendenza: per independence day uffici chiusi e tutti al mare.

Independece day, negli Usa è festa nazionale

Festa nazionale oggi negli Stati Uniti: tutti gli uffici sono chiusi e gli americani vanno al mare per Independence day, 241esimo anniversario della Dichiarazione di Indipendenza.

Esattamente il 4 luglio del 1776, quando i rappresentanti delle tredici colonie hanno firmato la Dichiarazione di Indipendenza dalla Corona britannica, sono nati infatti gli Stati Uniti d’America. Tredici, appunto, all’epoca, poi diventati gli attuali 50 Stati.

La dichiarazione firmata dai delegati è stata redatta da Thomas Jefferson il 2 luglio del 1776, ma solo due giorni dopo è stata ratificata al congresso di Philadelphia, in Pennsylvania.

George Washington, comandante in capo dell’Esercito continentale durante tutta la guerra di indipendenza americana, venne scelto come primo Presidente degli Stati Uniti nel 1789.

E il Massachusetts, dove tutto è iniziato con il Tea party, il rovesciamento in mare di un intero carico di te inglese di smisurato valore, è stato anche il primo a riconoscere il 4 luglio come festa nazionale, nel 1781.

Solo dieci anni dopo si è adottata anche l’espressione Independence day, ma da allora, l’evento è stato celebrato da tutti gli americani, vecchi e nuovi, nati negli Usa o immigrati, con una partecipazione e un sentimento cresciuti anno dopo anno.

Perché da allora la festa nazionale viene celebrata in ogni Stato, ogni anno, oggi, con un imponente e consolidato copione, di cui sono protagonisti soprattutto i fuochi d’artificio lanciati dopo il tramonto, e le parate ufficiali nei centri delle città grandi e piccole.

Tutti gli uffici e le aziende sono ovviamente chiusi, così come le sedi governative e perfino la Borsa di New York.

E tutti gli americani festeggiano il compleanno della nazione, molti al mare, al lago o sul fiume, per un picnic e un bel bagno refrigerante.

Ma il vero grande protagonista di Independence day è il più che tradizionale barbecue, presente in ogni giardino americano, e al centro di colossali mangiate di hamburger e hot dog.

A Washington, un ristorante di hamburger ha lanciato addirittura la sfida ai clienti a consumare il maggior numero di panini possibile in 10 minuti.

Per questo, pur di attirare gente anche al mare, a New York City, un stabilimento balneare ha lanciato un analogo torneo da giocarsi in riva al mare.

In realtà, al mare andranno soprattutto gli americani della costa ovest, dove il clima caldo è anche più secco, mentre sulla East coast i temporali, anche in questo periodo, sono  molto più frequenti.

Anche il primo cittadino Donald Trump e la moglie Melania optano per la tradizione: ad attenderli, oggi, sarà un bel pic-nic sul prato sud della Casa Bianca, a cui parteciperanno le famiglie dei militari, per poi vedere tutti insieme uno spettacolo pirotecnico che durerà ben 18 minuti e che sarà visto da non meno di 700 mila spettatori.