Riecco il Silvio gaffeur! “Macron va in giro con bella mamma sottobraccio

Riecco il Silvio gaffeur! “Macron va in giro con bella mamma sottobraccio

16 Maggio 2017 0 Di Marino Marquardt

Ennesima battuta infelice del gaffeur Silvio Berlusconi: questa volta scherza su Emmanuel Macron “Bel ragazzo con una bella mamma”.

Silvio gaffeur scherza su Macron

Riecco il Silvio gaffeur! Verso gli altri e verso se stesso. Dall’ “Obama presidente abbronzato” alla “culona Merkel” al fresco di giornata “Macron con bella mamma sottobraccio”.

Si risveglia il gaffeur che è in Lui. E quando torna in campo la scivolata è inevitabile.

Del resto i confini tra la battutina più o meno brillante, più o meno volgare e l’offesa sono talvolta labili, sfumati, poco percepibili da rozze anime da bar.

E dalla facile battuta può scaturire un gioco metaforico infimo, tanto basso da fare risultare ad orecchie intelligenti più metabolizzabile la franca parolaccia che la maligna allusione.

Senza dire che spericolate metafore spesso producono effetti-boomerang su chi le pronuncia.

E quanti non si avvedono del rischio-autogol nell’esternarle mostrano di essere in debito di materia grigia. O per l’avanzare degli anni o per causa congenita.

Detto ciò, l’immarcescibile e irrecuperabile gaffeur da cene eleganti ieri ne ha detta un’altra.

Silvio è fatto così, quando gli scappa gli scappa. E iI diavoletto che alberga in Lui è venuto nuovamente fuori.

E – del tutto fuori controllo – ha spinto il Puttaniere Emerito a giocare sulla differenza di età che passa tra il neo presidente francese, Emmanuel Macron, e la premier dame Brigitte Trogneaux.

Ha affermato – Silvio da Arcore – che Macron porta con sé una bella mamma sottobraccio.

Strabiliante! Ma come fa a giocare con la differenza di età proprio Lui che in merito – a calendario capovolto – ha molti scheletri nell’armadio e processi ancora in corso?

Come fa a giocare con la metafora degli anni Lui che alle “mamme” preferisce le “nipotine” per giunta in alcuni casi ancora minori?

Le “mamme” non portano in tribunale, le “nipotine” sì.

Inutile dire che dal gioco metaforico tra il “Cucciolo” e l’ “Orco” il primo ne esce bene, il secondo ne esce male.

Infine una ultima considerazione di ordine psicologico-esistenziale.

Berlusconi, nel giocare sulla differenza di età tra Macron e Brigitte, ha rivelato la propria immaturità sessuale bloccata su livelli adolescenziali.

Silvio è uno che – a mio avviso – non ha mai conosciuto l’estasi, la “trascendenza” derivante dall’amore fisico.

E’ una esperienza – questa – che si può compiere soltanto se la coppia è mossa da grande ed esclusiva attrazione fisica reciproca.

Ed è questo l’ingrediente principale che a mio avviso tiene uniti Emmanuel e Brigitte.

L’incanto a causa della legge dell’età finirà. Ma resterà l’impronta di celestiali momenti che neanche mille capronate a pagamento possono regalare.

Qualcuno, per favore, glielo spieghi.