Salerno, al via la stagione di Mutaverso teatro

Salerno, al via la stagione di Mutaverso teatro

06 Gennaio 2017 0 Di Redazione In24

Sarà illustrato all’open day del 7 marzo nella chiesa di Sant’Apollonia la stagione 2017 di Mutaverso teatro, il cartellone itinerante allestito da Erre teatro in varie location della città di Salerno.

Al via il cartellone itinerante di Mutaverso teatro

Uno speciale open day, quello in programma sabato 7 gennaio alla Chiesa di Sant’Apollonia di Salerno: partecipando al laboratorio “Itaca / la bottega dei ritorni” sarà possibile al contempo vivere l’ultimo giorno di lavori dei 16 artisti che fanno parte del cantiere artistico messo su da Vincenzo Albano e al contempo conoscere in dettaglio l’intero programma di Mutaverso teatro, il cartellone itinerante messo su da Erre teatro e che si svolgerà da gennaio a maggio in varie location della città dio Salerno.

Proprio il laboratorio “Itaca / La bottega dei ritorni“, prodotto da Erre Teatro in collaborazione con “La Germania che ho in testa”, è il workshop artistico di Nerval Teatro che apre il cartellone. Al workshop, che è durato una settimana, hanno partecipato 16 giovani attori, salernitani ma provenienti da diversi percorsi professionali ed ora “tornati” a Salerno, Maria Scorza, Luca Trezza, Marta Chiara Amabile, Antonella Valitutti, Eduardo Ricciardelli, Cesare D’Arco, Victor Stasi, Francesca Golia, Annamaria Troisi, Alessandra Crocco, Alessandro Gioia, Damiano Camarda, Andrea Avagliano,  Eloisa Gatto, Antonio Grimaldi e Francesco Petti, che hanno lavorato per una settimana con Maurizio Lupinelli.

La stagione vera e propria di Mutaverso teatro, invece, prende il via venerdì 20 gennaio e prevede 10 spettacoli in programma in altrettante località, nella logica di un cartellone “in itinere”, nell’intento di mostrarsi al territorio come luogo di teatro aperto a tutti, come iniziativa che prova a mettere in relazione, prima ancora che gli artisti, soprattutto le persone.

Le proposte di Mutaverso Teatro seguono dunque un percorso itinerante.

Inizio nella Chiesa di Santa Apollonia a gennaio, con l’anteprima progettuale Itaca / La bottega dei ritorni), per poi proseguire in zona orientale nella sala Auditorium del Centro Sociale di Pastena, e ritornare nel cuore della città, in due palazzi del centro storico di Salerno (Palazzo Conforti in Via Tasso e Casa Santangelo in Via Da Procida). con la conclusione nel Piccolo Teatro del Giullare.

Il 20 gennaio, all’auditorium del Centro sociale di Via Cantarella 22, nel quartiere orientale di Pastena, sempre a Salerno, Vernice fresca presenta Home, spettacolo di Valentina Gamma con Jessica Festa, Martha Festa, Rossella Massari, Arianna Ricciardi, per la regia di Massimiliano Foà e musiche originali di Massimo Cordovani.

Nella stessa location, il 3 febbraio, Bahamut presenta “It’s App to you (o del solipsismo)”, spettacolo ideato e diretto da Leonardo Manzan, che ne è anche interprete insieme ad Andrea Delfino e Paola Giannini, mentre la drammaturgia è di Camilla Mattiuzzo.

A seguire, sempre all’Auditorium di Pastena, il 17 febbraio, la Compagnia Ziba presenta invece “E’ la pioggia che va“, spettacolo con drammaturgia di Laura Belli, Lorenzo Torracchi e Marco Cupellari, interpretato da Laura Belli e Lorenzo Torracchi sotto la direzione di Marco Cupellari.

Il 3 marzo, sempre all’auditorium, Dynamis Teatro propone Garwalf, con Francesco Turbanti e Marta Vitalini, per la regia di Andrea De Magistris e Giovanna Vicari, mentre il 17 marzo è la volta della Piccola Compagnia Dammacco, con Esilio, spettacolo ideato drammatizzato e diretto da Mariano Dammacco in collaborazione con Serena Balivo.

Il 7 aprile, nuovo spettacolo della Ballata dei Lenna, “Il paradiso degli idioti”, drammatizzato e diretto da Paola Di Mitri, interpretato da Nicola Di Chio, Paola Di Mitri, Miriam Fieno e Francesco Marilungo.
Ultimo spettacolo in programma all’auditorium il 22 aprile, “Acqua di colonia”, proposto da Frosini Timpano, un testo scritto ed interpretato da Elvira Frosini e Daniele Timpano.

A maggio, il cartellone si sposta di nuovo. Prima serata, il 5 maggio, a Casa Santangelo, Via G. Da Procida 41, il 6 maggio a Palazzo Conforti in via Tasso 56, e il 7 di nuovo alla chiesa di Sant’Apollonia, in via San Benedetto, dove Alessandra Crocco e Alessandro Miele propongono il progetto Demoni, con “Demoni e frammenti”. I primi due spettacoli, “Maria” e “Liza”, per uno spettatore alla volta, il terzo, Stavroghin, per 10 spettatori alla volta.

Il 26 maggio, al Piccolo Teatro del Giullare di Via Vernieri, Big Action Money propone “Illusioni”, di Ivan Vyrypaev, uno spettacolo tradotto e diretto da Teodoro Bonci del Bene ed interpretato da Carolina Cangini, Kristina Likhacheva, Jacopo Trebbi e lo stesso Teodoro Bonci del Bene.