Salvini per allontanare i fantasmi dell’Hotel Metropol si traveste da Ministro dell’Economia.  Grandissima cafonata!

Salvini per allontanare i fantasmi dell’Hotel Metropol si traveste da Ministro dell’Economia. Grandissima cafonata!

15 Luglio 2019 0 Di Marino Marquardt

Cerca di allontanare da se stesso e dagli occhi degli osservatori i fantasmi della Hall dell’Hotel Metropol di Mosca. Lo fa parlando di altro. Lo fa parlando di Flat tax in versione bonsai. Lo fa ricevendo – con al fianco l’ex Sottosegretario bancarottiere Armando Siri – 43 sigle in rappresentanza di molteplici Parti Sociali.

Il Ministro dell’Interno usa il Viminale come se fosse la Sede della Lega

Il confronto è con i sindacati, con le categorie imprenditoriali e con rappresentanti dell’Associazionismo.

Si svolge al Viminale.

E’ una sede irrituale, impropria per il Vicepremier nonché Ministro dell’Interno. Matteo Salvini. Da Vicepremier, il Leader della Lega avrebbe certamente trovato un luogo idoneo anche a Palazzo Chigi. Ma non lo ha fatto, la correttezza non è da tutti!

Nell’occasione il Capo del Viminale ha indossato i panni da Leader della Lega. Ergo, l’Ufficio di Via Bellerio sarebbe stata la Sede opportuna.

Il Leader del Carroccio con un sol colpo scavalca Conte e Tria. Il Premier lo bacchetta e Lui in risposta riconvoca le Parti Sociali per i primi di Agosto! Champagne!

Con un sol colpo ha scavalcato il Premier Giuseppe Conte e il Ministro dell’Economia Giovanni Tria. Una cafonata alla grande! Tanto alla grande da scatenare la dura reazione di Conte: “Scorrettezza istituzionale! Manovra? Decido io!!”, ha urlato il Premier.

Per tutta risposta il Gentiluomo della Padania ha annunciato di aver riconvocato le stesse Parti Sociali per il 6 o 7 Agosto. Champagne!

E’ stata l’ennesima scorrettezza istituzionale da parte di Uno che della correttezza fa strame. Accade quando il bon ton è lasciato sull’uscio delle Istituzioni.

Il Vicepremier-Ministro usa il Viminale come se fosse la Sede del suo Partito, dunque!

Ma Matteo Salvini è fatto così.

Detto in breve, Salvini è Uno che è stato innalzato al rango di Ministro nonostante non abbia fatto tesoro degli insegnamenti di Monsignor Della Casa. Non a caso – perciò – le buone maniere sono a Lui estranee e continua ad usare impropriamente la Sede del Ministero per fare campagna elettorale.

La correttezza – non essendo Bene commestibile – è roba a Lui sconosciuta, insomma.

E nessuno che gli tiri le orecchie…

Accade quando si smarrisce il rispetto per i Ruoli Istituzionali e per le Competenze altrui, accade quando in un Paese la Democrazia comincia a scricchiolare…

Si parla di flat tax… Chiacchiere in libertà per non pensare alla tempesta che si sta addensando sulla testa della Lega e del suo Capo… Alberto da Giussano – intanto – è in fuga dagli occhielli e dai baveri dei leghisti… Preferisce l’esilio allo sconcio salviniano!

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola. Grazie per l’attenzione!

15/07/2019      13.30