Trekking e passeggiate in città con il programma Heat

Trekking e passeggiate in città con il programma Heat

05 Febbraio 2017 0 Di Maria Sole Paggi

Gli appassionati di passeggiate in montagna e trekking non devono più aspettare la bella stagione: per allenarsi in inverno e fare gli stessi movimenti indoor, ossia in palestra, c’è il programma Heat.

L’acronimo Heat letteralmente significa “High Energy Aerobic Training” ed è un allenamento con il tapis roulant che simula una vera passeggiata in montagna, in salita o pianura che sia. L’unica differenza è che, al posto dei suoni della natura, ci sono i brani musicali scelti appositamente per dare enfasi ad ogni passo e fornire il giusto ritmo per arrivare “in cima”, al piano di allenamento stabilito.

Ma il programma Heat Non è un corso aerobico come i precedenti dello scorso millennio, perché il 2000 ha portato la tecnologia anche nelle palestre, cambiando proprio il modo di vivere quelle ore di sport che ognuno si concede per se stesso per migliorare il proprio aspetto fisico e mentale, diventato ormai una priorità per tutti e tutte le età.

Infatti il corso Heat è accessibile a tutti, innanzitutto perché non si corre e poi, fondamentale, il nastro del tapis roulant non cammina da solo, ma esclusivamente se viene sollecitato dalla camminata della persona. Anche l’atmosfera è particolare perché ci sono le luci soffuse. In quella ora, si crea un empatia tra il cervello e il corpo che interagiscono insieme e si sentono i battiti del cuore seguire il ritmo della musica che incalza con il passare dei minuti.

Heat: consigli pratici

Non bisogna mai strafare. Gli istruttori, infatti, raccomandano sempre ai nuovi arrivati di sentire il proprio battito del cuore che non deve andare in affanno anzi, nel momento in cui i battiti diventano troppo accelerati assolutamente si deve rallentare il passo, recuperare e poi ripartire, ma senza mai fermarsi improvvisamente, continuare sempre a camminare rallentando piano piano il passo.

Mentre si cammina è necessario mantenere lo sguardo rivolto avanti a sé, con la schiena tenuta in una postura eretta e rilassata per compensare meglio il movimento del bacino ad ogni variazione di passo. Le braccia sono tenute piegate e vengono spinte avanti ed indietro così da bilanciare tutto il corpo e per coordinare con più efficacia l’azione dei piedi sul nastro.

Le ginocchia non vanno tenute rigidamente e il piede deve poggiare sul nastro secondo una successione biomeccanica ben precisa: prima il tallone, poi la pianta, poi l’avampiede per la spinta finale. L’appoggio del piede, inoltre, non va eseguito di colpo ma in modo graduale ripartendo il peso del corpo su tutta la pianta.

La lezione di Heat step by step

Il corso di Heat non ha un numero eccessivo di partecipanti, al massimo 20, come una vera e propria squadra per creare il giusto affiatamento per raggiungere gli obiettivi di lavoro.

L’abbigliamento ideale deve essere il più possibile comodo, maglietta e pantaloncini; ai piedi delle scarpe con rinforzo sul tallone per annullare il più possibile l’impatto della camminata energica sul rullo.

Una lezione dura 40 – 45 minuti ed è divisa in tre fasi:

  • Riscaldamento: della durata di 5 minuti, consiste in una camminata lenta a ritmo di musica, per preparare muscoli e articolazioni e attivare tutto l’organismo da un punto di vista neuro-muscolare. In questa fase è importante cominciare a prestare attenzione alla postura.
  • Fase centrale: dura circa 35 minuti; in questa parte dell’allenamento si aumenta con gradualità l’intensità dell’esercizio per poi camminare a ritmo sostenuto fino a una corsa leggera (il passo corrisponde al doppio di uno normale come accade nel power walking). Il tutto in un crescendo in cui anche la musica gioca un ruolo determinante.
  • Defaticamento: dura 5 minuti e consente di rallentare il ritmo del cammino fino a fermarsi. Terminata la seduta si scende dal tapis roulant e si effettuano degli esercizi specifici di stretching per allungare le principali catene muscolari implicate.

 

Quali sono i benefici di un programma Heat?

Il programma Heat rinforza e rassoda tutti i muscoli senza aumentarne il trofismo (volume). In particolare la muscolatura estensoria (cosce, gambe, glutei), gli addominali e i muscoli lombari per azione stabilizzante e posturale. Un beneficio fondamentale soprattutto per le donne che non vogliono avere i cosiddetti “polpacci da calciatore”. Volumizza e allena il sistema cardio vascolare. Altro segno che fa bene a tutte le età, anzi allunga la vita. Aumenta il metabolismo dei lipidi (grassi).

Insomma, è un allenamento mentale, in grado di controllare la fatica e la consapevolezza dei propri limiti fisiologici. Agisce anche sull’umore, grazie alla produzione di beta-endorfine. Infine, ma non per questo meno importante,  durante l’allenamento aumenta la sensazione di benessere e vitalità.