Turismo, agli americani l’Europa piace ancora

Turismo, agli americani l’Europa piace ancora

10 Maggio 2016 0 Di Pietro Nigro

Indagine sul Turismo in Europa di Travel Leaders Group. Secondo il maggior tour operator a stelle e strisce, agli americani l’Europa piace ancora. E anche la Francia si è ripresa dallo shock del terrorismo.

 

Turismo, agli americani l’Europa piace ancora

La Francia, come il Belgio, la Gran Bretagna e l’Italia sono tutti alle prese con la minaccia terroristica, con tutti i problemi di prevenzione, indagine, repressione che comporta. Ciononostante, ai turisti americani il Vecchio continente piace ancora. Lo dice l’ottava indagine sul Turismo in Europa condotta da Travel Leaders Group, il maggior tour operator americano, tra 3.400 i turisti americani interpellati in tutto il Paese sia con contatto diretto che attraverso i social media ad aprile e intendevano programmare un viaggio quest’estate. E che preferiscono la Francia come prima scelta, seguita da Italia, Regno Unito, Germania e Spagna. Ma è proprio la paura del terrorismo tra i primi cinque motivi indicati dagli intervistati che invece non stanno programmando un viaggio.

La “nuova normalità” nel mondo di oggi significa che esiste un rischio potenziale di viaggio un po’ ovunque, anche qui a casa. Così forse non è sorprendente che i dati della nostra ultima indagine indicano che molti americani non vogliono permettere alla paura e alle minacce di sopraffare il loro desiderio di abbracciare il mondo e fare esperienza di altre culture; la Francia è l’esempio principale – ha spiegato Ninan Chacko, Ceo di Travel Leaders Group – Ovviamente ogni singolo viaggiatore, quale che sia la sua destinazione, anche interna agli Usa, deve scegliere il suo personale livello di confort. Ebbene i dati dell’indagine mostrano che molti americani ancora scelgono l’Europa, e la Francia in particolare sembra sempre la destinazione preferita. E il viaggio in sé sembra essere il più potente catalizzatore per affrontare l’ignoranza, la paura e l’odio, comme confermano i nostri intervistati”.

 

Turismo, ecco i risultati dell’indagine

Ecco i dati principali che emergono dall’indagine condotta da Travel Leaders Group.

Tra quanti hanno partecipato all’indagine, l’8,2 degli intervistati indica di aver già viaggiat in Europa quest’anno, e di aver preferito, nell’ordine, Regno Unito, Francia, Italia, Germania e Olanda.
Tra quelli che invece hanno intenzione di partire, pari al 17,1 per cento degli intervistati, le destinazioni europee preferite saranno Francia, Italia, Regno Unito, Germania e Spagna. E alla domanda su “avete ancora intenzione di continuare con i vostri programmi di viaggio?”, quasi tutti gli intervistati (98,3 per cento) ha risposto “Sì”.

Nell’intervista è stato anche chiesto ai partecipanti se stanno considerando un viaggio, o un altro viaggio, in Europa nel 2016. Quasi il 28 per cento degli intervistati ha risposto in modo affermativo e ha detto che tra le mete considerate ci sono Regno Unito, Italia, Francia, Germania e Irlanda.

Ed ecco le principali motivazioni di quelli che hanno affermato che non hanno in programma alcun viaggio in Europa da qui a fine anno:

  • Vacanze principali già effettuate o programmate per il 2016: 48,5 per cento
  • Spese: 31,2 per cento
  • Preoccupazioni per la sicurezza: 25,5 per cento
  • Non sono interessato all’Europa: 16,4 per cento
  • Non c’è tempo per la vacanza: 6,3 per cento.

Il sondaggio prevedeva anche più risposte, e tra quanti hanno dato due risposte, quelle più frequenti sono state: “Sto già andando o sono già andato in Europa”, e “Ci sono stato e voglio vedere qualcosa di diverso”.

L’indagine ha preso in considerazione anche gli effetti dei recenti eventi terroristici, ed ha incluso una domanda su “Ci sono paesi in Europa che intende evitare quest’anno?”. Ed ecco cosa hanno risposto circa 3.100 intervistati:

  • No: 37,5 per cento:
  • No, non possiamo permettere che la paura condizioni i nostri viaggi: 26,6 per cento;
  • Turchia 21,0 per cento;
  • Belgio: 14,4 per cento:
  • Russia: 14,3 per cento.