Uta ai play-off, Forlì e Pesaro in festa

Uta ai play-off, Forlì e Pesaro in festa

25 Maggio 2016 0 Di Patrizia Russo

Due città in festa per l’arrivo nei play-off degli Uta, United Titans Angels, il team nato tre mesi fa dalla fusione dei “superstiti” dei team di Forlì e Pesaro. E Fabio Fiordoro (presidente Titans Romagna) accarezza l’idea del traguardo finale.

Uta pronti ai play-off di football americano

Due città in festa, Forlì e Pesaro, dopo che gli Uta – United Titans Angels, la squadra nata meno di sei mesi fa dalle ceneri dei rispettivi team, hanno battuto per ben 32 a 0 gli Storms di Pisa, hanno vinto il girone D ed hanno conquistato un posto nei play-off del campionato nazionale di seconda divisione Finaf 2016 di football americano.Football Uta (ph. Uta/Sofia Tambellini)
Un risultato che, a inizio campionato, solo in pochi speravano di raggiungere. Entrambe le squadre, gli Angels, che hanno vinto una Italian bowl,  e i Titans, che in diciassette anni hanno disputato cinque finali e vinto due campionati, si sono ritrovati in grosse difficoltà, dovendo affrontare un campionato che richiede di schierare in campo giocatori italiani o provenienti da scuole italiane, in aree in cui il Football americano è ancora poco conosciuto e ancor meno seguito.

Di qui una decisione che aveva il sapore della necessità, della scelta di sopravvivenza per due società importanti, con giocatori di livello nazionale, e anche solidi vivai: unire le rispettive prime squadre, affidate al capo allenatore Francesco Sclafani e all’allenatore Francesco Ghirotti, scendere comunque in campo e la promessa di giocare con un ruolo da protagonisti nel campionato 2016.

Promessa mantenuta: gli Uta, partita dopo partita, si sono dimostrati un gruppo coeso e ben equilibrato, in grado di approdare ai playoff con una giornata di anticipo dopo aver vinto tutti i sette incontri fin qui disputati, e con punteggi di tutto rispetto: 32 a 0 all’andata e 41 a 0 al ritorno agli Storms Pisa, 62 a 0 prima e 32 a 6 ai Vipers Modena, 32 a 7 all’andata e 14 a 0 ai Seahawks Bologna, e per ora 47 a 0 ai Chiefs Ravenna, in attesa dell’ultimo match il 29 maggio.

E anche le statistiche sono di tutto rispetto: la squadra pesarese-forlivese ha il miglior rapporto tra punti fatti e subiti, la migliore difesa nazionale con appena due mete subite.

Non sorprende, allora, che con una squadra motivata e caricata a mille, Fabio Fiordoro, il presidente della società dei Titans Romagna, a margine dell’ultima conferenza stampa (nella foto), si sia quasi fatto sfuggire, con un sorriso di comprensibile soddisfazione per l’andamento della stagione, che l’obiettivo è quello che nessuno dichiara ma che tutti sperano: scendere in campo l’8 luglio allo stadio Manuzzi di Cesena e vincere la finale del campionato nazionale, per disputare l’anno prossimo il campionato di serie A.

Football Uta Fabio Fiordoro

Il presidente dei Titans Fabio Fiordoro in conferenza stampa (ph. Uta/Sofia Tambellini)

Vedere la partita dalla panchina è diverso – dice Fiordoro, giocatore per anni prima di diventare dirigente – non sei lì con loro, non sei tu a decidere. Ma puoi credere in loro, trasmettere la tua grinta ai giocatori, essere propositivo e farglielo sentire, affinché la squadra nel suo complesso abbia la mentalità vincente, la voglia di lottare per la vittoria! Perché il football americano è per eccellenza un gioco di squadra.

La squadra, dice. Perché i due gruppi originari affidati agli allenatori Sclafani e Ghirotti sono diventati, partita dopo partita, un unico team, affiatato, determinato, e vincente.