Zurigo, una destinazione per tutta la famiglia

Zurigo, una destinazione per tutta la famiglia

11 Gennaio 2017 0 Di Francesca Pierpaoli

Una vacanza a Zurigo è l’occasione ideale per far divertire tutta la famiglia, tra lago, musei, zoo e una golosa gastronomia dove il cioccolato la fa da padrone

Orologi, cioccolato, Heidi, formaggio. Sono questi, di solito, gli stereotipi che si associano alla Svizzera. Eppure c’è molto di più. Non tutti sanno, per esempio, che Zurigo, una delle città più importanti della confederazione elvetica, è anche una destinazione adattissima alle famiglie con bambini. Primo, perché tra il fiume Limmat, il lago e il monte Uetliberg offre tanti spunti di divertimento, a contatto con la natura. Poi perché la cultura “family friendly” è ben radicata: le infrastrutture di numerosi parchi in città e nei dintorni sono a misura di bambino, hotel e ristoranti offrono ai più piccoli menu speciali e i musei allestiscono le proprie mostre sempre più all’insegna del motto “emozionare o niente!”. In molti luoghi, le porte della scienza e della tecnica sono aperte anche di domenica e nei festivi.

PASSEGGIARE PER IL CENTRO
Chi arriva a Zurigo per la prima volta, può iniziare con un giro guidato del centro storico, studiato appositamente per i bambini: in questo modo grandi e piccini avranno di che divertirsi e imparare tante curiosità. Si parte della stazione centrale e dopo aver attraversato la Bahnhofstrasse, la via dello shopping, si arriva a Lindenhof, il primo luogo di insediamento dei Romani: oggi è una bella terrazza da cui si gode una vista panoramica della città. Per stupire i bambini, la guida potrà magicamente aprire il pavimento della piazza, per scendere a visitare quel che resta degli edifici antichi… un viaggio nei sotterranei davvero molto suggestivo. Si prosegue poi per le stradine del centro, dove d’obbligo è una sosta nel negozio di giocattoli Pastorini – uno dei più antichi della Svizzera – paradiso dei giochi di qualità, specialmente in legno. Poco lontano ecco la chiesa protestante di Fraumünster (chiesa delle donne), con le bellissime vetrate di Marc Chagall: un trionfo di colori e di luci. Ai bambini potete proporre un gioco: prendete le cartoline che ritraggono vari dettagli delle vetrate e invitateli a ritrovarli. Vince chi ne scova di più nel minor tempo! Proprio a fianco si trova il cortile di un antico convento, oggi in disuso, dove i bambini possono ammirare alcuni affreschi e ascoltare le relative storie. Da un lato ci sono le avventure di Felix e Regula, i fondatori della città ai tempi dei Romani, che diffondono la parola di Cristo e per questo vengono decapitati. Dall’altro lato, è raffigurato re Carlo Magno che dà ascolto alle richieste dei cittadini: quando al suo cospetto si presenta una biscia chiedendo un favore al re, però, gli esiti saranno imprevedibili! Con pochi passi si attraversa il ponte e ci ritrova a Niederdorf, il pittoresco quartiere pieno di localini e ristoranti per ogni gusto. Noi consigliamo di pranzare da Johanniter, dove i bambini possono provare il menu studiato per loro e gustare dei saporiti wurstel con patate (siamo sempre in Svizzera, in fondo), mentre per mamma e papà il top è il bratwürst con rösti: una salsiccia di vitello accompagnata da una speciale frittata di patate.

PICCOLI SCIENZIATI, GRANDI ESPERIMENTI
La Kindercity Volketswil è un parco dei divertimenti unico nel suo genere: nella prima “città per bambini” della Svizzera, infatti, bimbi dai 2 ai 12 anni possono esplorare giocando i segreti della scienza e della tecnica in cinque aree tematiche diverse. Al Trampolino di Dietikon, bambini dai 3 ai 15 anni possono invece sperimentare tutte le strutture rimbalzanti del posto, dal trampolino elastico al castello gonfiabile. Ma la vera sorpresa è Technorama, di Winterthur (a 20 minuti da Zurigo), che contiene oltre 500 installazioni sperimentali, che i bambini possono toccare e manipolare liberamente, per scoprire i segreti della scienza e della fisica. Tra in più apprezzati ci sono i giochi in legno di Pierre Andrès, occasione per azionare, ruotare, pigiare, pedalare con l’obiettivo di far spostare una pallina. Con la mappa facciale, invece, grazie a uno scanner ottico il viso diventa un paesaggio con tanto di linee altimetriche. Da non perdere, poi, la presentazione sull’elettricità: fulmini, scosse elettriche e altre “magie” prendono vita in tutta sicurezza, offrendo uno spettacolo unico in Europa. Se i vostri figli sono temerari, possono provare a toccare 500.000 volt nel generatore di Van de Graaf, con un gran effetto-sorpresa: tutti i capelli in testa si rizzeranno, per una straordinaria foto-ricordo. In tutta sicurezza, naturalmente. Intorno al centro si trova un grande parco che invita a giocare, fare pic nic e riposarsi dopo emozioni così intense.

IL PARADISO DEL CALCIO

Inaugurato un anno fa, il Fifa World Football Museum è un vero paradiso per gli amanti del calcio. Su 3000 metri quadri si possono ammirare oltre mille oggetti esclusivi, come le maglie di tutte le nazionali, cimeli, coppe, antichi palloni in cuoio e tanto altro. Il museo è interattivo e consente di giocare e di immaginarsi calciatori alla Coppa del Mondo. Il livello superiore ospita numerosi giochi con la palla che entusiasmeranno adulti e bambini.

ESPLORATORI URBANI

C’è un’attrazione che, da sola, vale il viaggio a Zurigo. È l’incredibile padiglione Masoala, adibito a foresta tropicale, presso lo zoo di Zurigo. Immaginate una serra gigantesca, dall’architettura insolita, al cui interno si trova uno spaccato di foresta pluviale del Madagascar. Appena entrati sembra di trovarsi per davvero in Africa, cullati dalle voci degli animali e dal fruscio dei torrenti. Ospita rare specie animali e vegetali esotiche e si estende su 11.000 metri quadrati. In questo modo lo Zoo Zürich è riuscito a creare un collegamento diretto con il proprio progetto ambientale in Madagascar, volto alla tutela dei lemuri e altre specie in via di estinzione. Allo zoo di Zurigo si possono incontrare animali provenienti da tutto il mondo, mentre nello Zoolino – una specie di fattoria didattica, con capre, galline e animali da cortile – i bambini possono persino accarezzarne alcuni. All’entrata i piccoli visitatori ricevono un dèpliant con l’elenco degli animali da vedere e devono divertirsi a cercarli e spuntare la lista. Vince chi “scova” più animali!

E per i genitori…

Non può mancare una visita alla nuova ala del Museo Nazionale Svizzero, che ha aperto a luglio dello scorso anno. Si tratta di un progetto importante la cui realizzazione ha richiesto 15 anni. Con le sue pareti spesse 80 cm, il nuovo edificio è uno dei primi musei svizzeri a rispondere ai criteri stabiliti dallo standard Minergie P-Eco. La nuova ala progettata dagli architetti Christ &Gantenbein si fonde con l’edificio storico di Gustav Gull per costituire un insieme: percorrendo le mostre, i visitatori percepiscono le due parti come un’unità. Il museo è l’occasione per scoprire la storia e le antiche tradizioni della Svizzera.

zurigo – DOVE DORMIRE

Small Luxury Hotel Ambassador à l’Opéra Zürich
Falkenstrasse 6
tel. +41 44 258 98 98
www.ambassadorhotel.ch
Un lusso discreto ma raffinato. L’hotel boutique sorge accanto all ‘Opera e al lago, nel quartiere Seefeld di Zurigo. L’edificio è parte dell’ ex Castello Uto, costruito nel 1898 in stile neo-barocco, e la sua terrazza panoramica offre ai suoi ospiti un rifugio esclusivo con vista mozzafiato delle Alpi e sul Lago di Zurigo. Il gourmet Restaurant Opera – vincitore di diversi premi – è un vero paradiso di delizie culinarie. Si va dalle ricette tradizionali di carne a raffinate creazioni di cucina internazionale. Le camere sono arredate con gusto e pezzi antichi, e dispongono di ogni comfort.

zurigo – DOVE MANGIARE

HAUS HILTL
Sihlstrasse 28
tel. +41.44.2277000
www.hiltl.ch
E’ il più antico ristorante vegetariano d’Europa, e offre sia menu a buffet che à la carte. Per i bambini tante soluzioni semplici e sane, a partire dagli ottimi spaghetti al pomodoro fresco e parmigiano. I piccoli ospiti all’arrivo ricevono un carrellino pieno di colori, matite, libretti, fogli e anche speciali pennarelli per disegnare… sui vetri! “Vogliamo che le famiglie si sentano a casa”, spiega Rolf Hiltl, “e non cerchiamo di separare i bambini dai genitori mentre mangiano, come avviene in altri locali con spazy baby. Il pasto è un momento di condivisione, per noi”. Il buffet con più di 40 diversi tipi di proposte (dalle insalate alle più fantasiose ricette) è pure una gioia per grandi e piccini. Un pasto medio, incluse le bevande, costa sui 40 CHF.

CRAZY COW
Leonhardstrasse 1
tel. +41.44.2614055
www.crazycow.ch
La specialità da provare è il “Poulet im Chörbli”, un polletto servito in un vero carrellino della spesa. Questo locale unisce la cucina tradizionale svizzera a originali decorazioni tipiche della Confederazione, e offre specialità gastronomiche per grandi e piccini. Buone le bistecche e gli hamburger generosi. Prezzo medio: 30 CHF, bevande escluse.

ZEUGHAUSKELLER
Bahnhofstrasse 28 a
te. +41 44 220 15 15
www.johanniter.com
Edificato nel 1487, è un locale storico di Zurigo. L’ambiente caratteristico della birreria è adatto e divertente anche ai bambini. In un ambiente rustico si servono specialità come lo spezzatino alla zurighese e la cosiddetta “spada del sindaco”, una paillard di baby beef avvolta sulla lama di una spada.. Un pasto medio costa circa 40 CHF, bevande incluse.

SPRüNGLI CAFè BAR
Bahnhofstrasse 21
tel. +41.44.2244711
www.spruengli.ch
Andare a Zurigo e non passare da Sprüngli è come visitare Roma e non vedere il Colosseo. Dal 1836 è una vera istituzione, un paradiso di pasticceria, truffle, dolci, tartine, cioccolato e ogni golosità immaginabile. Molto apprezzato anche il brunch. Una tappa imperdibile, per grandi e piccini.

ZURICH CARD: Una carta per tutte le occasioni.
Per visitare la città questa card è uno strumento prezioso. Infatti la Zurich Card offre tanti vantaggi tra cui: Libera circolazione su tram, pullman, treni, battelli e funicolare a Zurigo. Ingresso libero in tutti i musei a Zurigo. Agevolazioni sulle escursioni e la vita notturna a Zurigo, nonché su souvenir e visite guidate di Zurigo Turismo. La tessera vale 24 o 72 ore e costa rispettivamente 24 o 48 CHF. Si acquista online, alla Stazione ferroviaria o presso i distributori automatici delle Ferrovie Federali Svizzere e dello Zürcher Verkehrsverbund sparsi in tutta la città.

Per informazioni turistiche
Zurigo Turismo
www.zuerich.com/it