Subito Manovra bis, urge ossigeno da somministrare agli addetti alla agonizzante Città Terziaria

Subito Manovra bis, urge ossigeno da somministrare agli addetti alla agonizzante Città Terziaria

18 Marzo 2020 0 Di Marino Marquardt

Nel Paese pietrificato dalla paura del Nemico Invisibile si sta come d’Autunno sugli alberi le foglie, avrebbe detto Giuseppe Ungaretti. Soldati disarmati in una guerra mai dichiarata, passano il tempo annichiliti dalle angosce del presente e del futuro. Sono i soldati semplici – quelli senza gradi sociali e senza soldi – da sempre usati come carne da macello nelle calamità. Sono gli Italiani rimasti senza lavoro e al momento senza domani. E’ l’esercito dei Piccoli Imprenditori, dei Lavoratori del Terziario, degli Interpreti dell’Arte di Arrangiarsi. Colpiti da improvvisa povertà, senza più reddito e senza più lavoro, Costoro – in assenza di Provvedimenti seri e non da nove settimane – finiranno inevitabilmente col trasformarsi in tritolo, esplosivo buono per arricchire quella bomba sociale di devastante potenza, un ordigno che molti osservatori ritengono già in preparazione.

Occorre far presto, non saranno – per come concepite – le Misure da 25 miliardi contenute nel Decreto Cura Italia a restituire serenità a Quanti in questi giorni sono precipitati nella disperazione.

L’annunciato nuovo Decreto – quello previsto per Aprile – dovrà rimediare alla fallacia sociale del Cura Italia di cui ancora non si conoscono i dettagli. Ad Aprile scoccherà il momento del Coraggio Spregiudicato. E alle eventuali minacce della Troika, il Governo dovrà rispondere a muso duro mettendo sul piatto – previa rimodulazione delle aliquote Iva – gli oltre 23 miliardi derivanti dalla eventuale rinuncia alle clausole di salvaguardia collegate alla Imposta sugli Acquisti e sui Servizi.

Non c’è tempo da perdere, occorre dare ossigeno soprattutto ai milioni di Addetti alla Italica Città Terziaria.

Il Governo deve fare presto e adottare tutti quei Provvedimenti in grado di fronteggiare l’Emergenza Economica e Sociale. L’istituzione del Reddito Universale potrebbe essere la soluzione più idonea nei giorni in cui perfino il Bestione della Casa Bianca ha capito – probabilmente anche per ragioni elettoralistiche – che alla vigilia della temuta Catastrofe sociale occorrono misure economiche di sostegno verso gli ultimi (si parla di un sussidio individuale da 1000 dollari).

Il tutto mentre l’Unione Europea blinda i Confini Esterni e si sbriciola al proprio interno. Salta Shengen, saltano i Vincoli di Bilancio, sotto l’attacco del Coronavirus l’attuale Ue – incapace di dotarsi di una Politica Unitaria – va mestamente verso il dissolvimento all’insegna del liberi tutti. Il dopo è tutto da scrivere…

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

18/03/2020      h.07.30